9.2 C
Napoli
venerdì, Febbraio 3, 2023
HomeGuided ToursLa Valle dei Mulini

La Valle dei Mulini

La forza motrice dei pastai.

L’acqua è l’elemento fondamentale per la vita, sin dalla preistoria i primi nuclei abitativi sorgevano nei pressi dei corsi d’acqua. Tale elemento non è vitale solo per l’uomo, ma per tutti gli esseri viventi della terra (piante, animali, microorganismi ecc) e non solo, non a caso quando gli scienziati scoprono un nuovo pianeta il primo elemento che cercano è l’acqua e, se presente, dichiarano che esso può possedere forme di vita o, addirittura, che potrebbe ospitare l’uomo per future missioni.

Come già abbiamo visto col fiordo di Furore l’acqua è fondamentale anche come forza motrice che, in quel contesto, serviva ad azionare i macchinari delle cartiere, a pochi chilometri di distanza, sul versante opposto dei Monti Lattari, azionava le grandi macine dei mulini. Stiamo parlando della valle dei mulini nel Comune di Gragnano in cui le prime concessioni note per sfruttare le acque per la macina dei cereali si hanno con l’arrivo degli angioini e più precisamente nel 1266, 1272 e 1276, mentre il primo mulino attestato dalle fonti era presente nella valle alla fine del Trecento ed era denominato “Forma” ed apparteneva a Martino di Martino.

A metà del XVII secolo a Gragnano erano prevalenti i molinari (23) mentre era attivo solo un maccaronaro (Marino Chierchia), quindi la pastificazione era marginale rispetto alla molinatura, mentre a Napoli si trovavano molte botteghe che producevano vermicelli e maccheroni. Questo dato ci fa capire che solo successivamente Gragnano ha incrementato la sua produzione di pasta fino a divenirne in tempi moderni la capitale.

Il corso d’acqua che scorre nella valle e che alimentava i mulini è denominato Vernotico ed è alimentato da diverse sorgenti (Argentera, Breccelle, San Giuliano, Agrifoglio, Acqua Vellica, Acqua di Castello, Moiariello, Forma e numerose più piccole o stagionali), nel suo tratto finale cambia il suo nome in Rivo San Marco per la presenza di una cappella (oggi parrocchia) dedicata al Santo evangelista.

Per VEDERE un VIDEO sulla VALLE DEI MULINI:

Fonte: G. Di Massa – A. Stinca “La Valle dei Mulini di Gragnano”, 2017.

sdr
dav
dav
dav
Fioravante Gargiulo
Dopo aver conseguito il diploma come Ragioniere-Perito Commerciale, ho seguito la passione per l'archeologia conseguendo nel 2015 la Laurea Magistrale in Archeologia con la votazione di 109/110. Sono socio dell'Associazione Culturale "CamCampania" che organizza visite guidate, eventi e laboratori didattici e ha come fine la promozione culturale e turistica del territorio in cui risiedo. Con essa collaboro anche come redattore per la rivista "CamCampania Magazine". Nel mese di maggio del 2018 sono stato iscritto all'albo delle guide turistiche della Sardegna e nel mese di luglio del 2018 a quello dei Giornalisti della Campania (Elenco Pubblicisti). L'anno seguente, nel mese di marzo 2019, ho superato la selezione per accedere al corso IFTS (Regione Campania) come tecnico superiore per la promozione di prodotti e servizi turistici, concludendolo nel mese di dicembre con la votazione di 100/100. Le passioni che coltivo sono: la fotografia, il trekking e il nuoto. Sono uno degli amministratori delle pagine istituzionali Instagram e facebook del Parco Regionale dei Monti Lattari e della pagina facebook della rivista online CamCampania, in più ho creato sia una pagina facebook che una instagram dedicata alle bellezze e agli eventi dei Monti Lattari. Dall'agosto 2020 sono iscritto nelle GPS per l'insegnamento (A021 e A054).
RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -spot_img

Most Popular

Recent Comments