16.9 C
Napoli
mercoledì, Ottobre 5, 2022
HomeNewsAttualitàCorso teorico-pratico per la formazione del Birraio

Corso teorico-pratico per la formazione del Birraio

Il corso di formazione per birraio, organizzato dal Birrificio Artigianale Boccale dei Re, in collaborazione con l’Associazione CamCampania, che promuove le eccellenze del territorio, è rivolto a coloro che desiderano imparare questo mestiere in tutti i suoi aspetti, sia teorici che pratici, dalla A alla Z. Le attività formative, che partiranno il giorno lunedì 24 maggio 2021, saranno composte da una parte teorica online e da una parte pratica presso il Birrificio. I corsisti saranno accompagnati per mano in questa esperienza a partire dagli adempimenti burocratici fino all’apertura di un birrificio artigianale e alla creazione di una propria ricetta di birra artigianale. Durata del corso: 30 ore.

Programma:

– Adempimenti burocratici e legislazione doganale

– Sicurezza sui luoghi di lavoro, Procedimenti HCCP e igiene del lavoro

– Introduzione agli aspetti chimici ed organolettici del processo di trasformazione

– Storia della birrificazione

– Materie prime: malto, luppolo, acqua e lievito

– Produzione del mosto

– Il processo di separazione e maturazione della birra

– Tecnologie di trasformazione (tecniche di produzione del mosto e tipologie di fermentazione)

– Laboratorio di produzione: fermentazione e maturazione

– La filtrazione della birra

– Reparto birra filtrata

– Stabilità della birra

– Anti ossidativo della birra

– il controllo sensoriale della birra e le anomalie del gusto

-La spillatura

– Tecniche di imbottigliamento ed infustamento

– Allestimento di un locale

– Fare Impresa, reperimento di fondi regionali ed europei

– Prove pratiche su impianto pilota

Info e prenotazioni:  boccaledeire@libero.it  /  +39 329 7093355 

Birrificio Boccale dei Re

Il Birrificio Boccale dei Re, che oltre ai corsi professionali organizza corsi di una giornata per homebrewers, viene fondato nel 2014 a Santa Maria la Carità da Michele Sicignano, produttore della birra Nesea, venduta sia all’ingrosso che al dettaglio.

Le birre prodotte sono “LE CHIARE” – 5 e 9 vol. – (lager caratterizzate da un corpo morbido maltato e leggere note di luppolo, donano la tipica freschezza delle birre bavaresi e del nord Europa) e “LA ROSSA” – 8 vol.- (“doppelbock” dal corpo pieno tipico dei malti caramellati, dall’aroma intenso con dolci note di caramello e liquirizia). Il gusto che ha oggi Nesea è il frutto di una serie di esperimenti che il birraio Michele Sicignano ha intrapreso a partire dal 2014. Si tratta di una lager di stampo bavarese, ma tutta italiana: dal corpo morbido, pulito, mediamente amara. Nesea rispetta il “Reinheitsgebot” bavarese, ovvero l’ “Editto della Purezza” emanato a Monaco nel 1.516.

Sottoscritto dagli allora reggenti della Bavaria, i f.lli e duchi Guglielmo IV e Ludovico X, l’editto prevedeva che qualunque produzione di birra fosse vincolata dall’utilizzo dei seguenti ingredienti, senza aggiungere altro: orzo, luppolo e acqua. Il nome della birra, Nesea, è tratto dalla mitologia greca: Nesea era una ninfa dei corsi d’acqua, tali ninfe, dette Nereidi (figlie di Nereo), vivevano nella natura ed erano simboli di forza e vitalità che improvvisavano danze e giochi, intrecciando storie d’amore con gli dei e gli abitanti dei boschi. Nel mondo greco venivano adorate come dee e si facevano loro offerte (latte, miele, olio, ghirlande di fiori) per ottenere benevolenza: avevano potere di indovinare il futuro, erano ispiratrici, guaritrici, e proteggevano le partorienti.

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -spot_img

Most Popular

Recent Comments