"IL SINDACO IN FUGA... O DELLA BUONA POLITICA"

Categoria: Proposte Letterarie Scritto da Palma Emanuela Abagnale / January 26, 2020

Si tratta dell’ultima creazione letteraria di Ermanno Corsi, edita da “Compagnia dei Trovatori Edizioni”, a cura e con prefazione di Piero Antonio Toma. Il Volume è stato presentato anche in occasione della confernza stampa della fiera abatese l’8 gennaio 2016.

LA TRAMA:

Il tempo: quello di una città fuori controllo con fenomeni sconvolgenti di cielo,terra e mare. Ogni giorno proteste. Folti gruppi di dimostranti esasperati invadono il Palazzo del potere e mettono sindaco e assessori con le facce contro  il muro. Comune sciolto,nuove elezioni. Fulvio De Angelis è mediatore sociale di cultura giuridico-umanistica,un intellettuale di prestigio. In un dormiveglia gli sembra di “vedere” l’integerrimo Catone l’uticense che,nel viaggio da Cartagine a Roma,si ferma in città e incontra gli industriali. Il Partito Unico sceglie il candidato a Sindaco. Il Potente Segretario chiama Fulvio De Angelis (“vogliamo aprirci alla società civile,tu sei la nostra carta vincente”).  Appena si diffonde la voce,il candidato-Sindaco in pectore viene assediato da richieste e proposte indecenti. Poi ascolta il programma del Potente Segretario (grandi opere pubbliche a tempo di record:”Il mattone salverà la città”; Grattacielo di cento piani nella “piazza grande”; via Lattea asfaltata per snellire il traffico; col turismo 2 milioni di nuovi posti di lavoro). Prima di sottoscrivere la candidatura,De Angelis si consulta con l’amico fraterno Antonio Del Piero che,da sindacalista e assessore,aveva svolto ruoli importanti. Vuole sapere da lui perché,a un certo punto,aveva deciso di mollare tutto. Sconcertato per le ragioni,anche De Angelis pensa di fermarsi con la candidatura. Poi,però,lo prende il sartriano dovere di “sporcarsi le mani” e di verificare fino in fondo le intenzioni del Partito e del Segretario. A loro espone,con un audace e grottesco controcanto, il modo con cui intende agire e l’organigramma che ha in testa: una provocazione “intollerabile” che “scandalizza” tutto il “cerchio magico” di quegli spregiudicati politicanti-affaristi. Quando,dopo pochi giorni,ritorna per conoscere ufficialmente reazioni e decisioni,non trova più nemmeno il Palazzo dove il Partito si era pervicacemente insediato da anni. Tutto scomparso. Mentre se ne torna a casa,sotto forma di gigantesca massa caliginosa il Palazzo che si era “nebulizzato” in seguito alle sue “indecenti” proposte,tenta di ingoiarlo per vendetta. Lui si salva. La sua “fuga” è la sua vittoria. Il Palazzo e il “cerchio magico” simbolo dell’affarismo più spregiudicato, sono stati spazzati via. Sconfiggere la malapolitica è stato possibile e si potrà ancora.

Thank for sharing!

Info sull'autore


Palma Emanuela Abagnale

Direttore responsabile della rivista CamCampania

Background e Competenze:  “Le mie principali qualifiche sono quelle di Giornalista Pubblicista (iscritta da luglio 2014 all’Albo dei giornalisti pubblicisti della Campania) e di Cultural Manager (avendo conseguito la Laurea magistrale in Organizzazione e Gestione del Patrimonio Culturale e Ambientale presso l’Università Federico II di Napoli - Titolo della tesi: “La Comunicazione Integrata per la valorizzazione del territorio). Sono appassionata d’arte e fotografia; raccontare (anche per immagini) e organizzare eventi è ciò che faccio dal 2010 per CamCampania, network artistico-culturale che valorizza beni ambientali e culturali (materiali e immateriali) attraverso la comunicazione integrata.