LETTERE (NA): CONTINUA LA TRADIZIONE CALCISTICA NEL PICCOLO COMUNE DEI MONTI LATTARI

Categoria: Sport e Ambiente Scritto da Alessandro Irollo / December 9, 2019

A Lettere, le Associazioni sportive A.S. Lettere (che partecipa al Campionato Regionale ed alla Coppa Campania di II categoria) e l’Atletico Lettere (che partecipa a diversi campionati dedicati ai bambini della scuola calcio) mantengono viva la tradizione calcistica e la passione per lo sport.

L'Associazione Sportiva Lettere è stata fondata a Lettere da un gruppo di amici. L’idea nasce nell’estate del 2007, quando tra una partita di calcetto, giornate al bar e serate in pizzeria, alcuni amici decidono di provarci, di costruire una vera e propria squadra di calcio basata sui valori dell’amicizia, del divertimento e della socializzazione. Tutto senza fini di lucro. L’idea si dimostra fin da subito un successo e tanti ragazzi di Lettere e dei Comuni limitrofi aderiscono, trovando così una casa per esprimere la loro passione per il gioco del calcio. Il successo è immediato anche dal punto di vista dei risultati sportivi, visto che la squadra, nella prima stagione di attività, vince il Campionato Regionale di Terza Categoria 2007-2008, ottenendo così la promozione al Campionato di Seconda Categoria, dove milita da 7 stagioni ottenendo buoni risultati. Oggi si può certamente dire che l’A.S. Lettere è diventata una realtà del calcio dilettantistico campano. In questi anni al campo comunale di Lettere, durante gli allenamenti, nelle serate passate tra corse e calci al pallone, si sono incontrate tante storie di vita e sono nate tante amicizie. Quella 2015-2016 sarà la nona stagione sportiva che la squadra affronterà, sempre con lo stesso obiettivo, che il dirigente, talvolta giocatore e da sempre allenatore Gerardo Vuolo (dal 2012 Vicesindaco e Assessore allo Sport del Comune di Lettere) non si stanca mai di ricordare ai suoi ragazzi:

«Il nostro obiettivo è il divertimento, ma per divertirci dobbiamo vincere, e portare in giro per la Campania, con orgoglio, il nome della nostra Città.                                                                                                        

Lo sport, l’associazionismo, il coinvolgimento, l’educazione sportiva - afferma Vuolo - rappresentano concetti fondamentali per il nostro Paese. L’amministrazione comunale  è particolarmente sensibile a questi temi ed è consapevole che, oltre a favorire momenti di crescita e di socializzazione lo sport ricopre un ruolo importante nella crescita  dell’intera comunità anche in campo turistico e culturale.

 La dimensione sportiva diventa un momento di socializzazione e di costruzione di relazioni importanti, tra giovani e meno giovani , di conoscenza del territorio e delle persone. IN QUESTA OTTICA VA INTERPRETATA LA GRANDE ATTENZIONE CHE IL SINDACO,  L’ASSESSORE ALLO SPORT  E TUTTA L’AMMINISTRAZIONE RIVOLGONO ALLO STADIO COMUNALE CHE PER LE NOTE VICENDE LEGATE ALLE DIFFICOLTA’ ECONOMICHE DELL’ENTE FU INSERITO NEL PIANO DELLE ALIENAZIONI. A MAGGIO 2015 FINALMENTE SI E’ RISUSCITI A RITIRARE IL PIANO DELLE ALIENANZIONE DEGLI IMMOBILI, GRAZIE AL GRANDE LAVORO DI RISANAMENTO DEL BILANCIO DELL’ENTE.NON SI E’ PERSO TEMPO E A GIUGNO E’ STATO APPROVATO IN GIUNTA IL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CAMPO IN PARTICOLARE L’OBIETTIVO DEL SINDACO E DELL’ASSESSORE ALLO SPORT è quello della realizzazione del tanto “amato”, “sospirato” e “desiderato” MANTO IN ERBETTA  più altri lavori riguardanti aree adiacenti.»

Thank for sharing!

Info sull'autore


Alessandro Irollo

Direttore Artistico e Responsabile Commerciale per il giornale CamCampania.

Background e Competenze: “Ho maturato diverse esperienze nell’ambito della Comunicazione e del Marketing, anche a livello internazionale, avendo conseguito la Laurea in Comunicazione Internazionale presso l’Università per stranieri di Perugia (Titolo della tesi: “Il principio dello Sviluppo Sostenibile nell’Ordinamento Internazionale). Mi sono occupato inoltre di Risorse Umane per aziende estere e collaboro con associazioni ed enti in qualità di Mediatore Culturale.”