IL COMUNE DI SANT'ANTONIO ABATE EROGA IL CONTRIBUTO “MAMMA CARD”

Categoria: Attualita' Scritto da Candida Parlato / January 26, 2020

Il contributo “MAMMA CARD” ha la finalità di alleviare, almeno parzialmente, lo stato di bisogno che contraddistingue alcuni tipi di nuclei familiari a forte rischio di esclusione sociale.

Il 10 marzo 2016 sono stati forniti al dirigente del settore amministrativo del Comune di Sant’Antonio Abate gli indirizzi ai fini dell'istituzione nell'anno 2016 di un contributo a favore delle madri in stato di bisogno denominato “mamma card”. Il contributo, nella misura minima di € 250 ad un massimo di € 1000, sarà assegnato per ciascun nucleo familiare e potrà essere erogato a ragazze madri non assistite dal Comune, alle madri/padri vedove/vedovi con figli minori a carico, madri separate, divorziate e non conviventi, con sentenza passata in giudicato e con figli minori, madri con parti gemellari e plurigemellari con residenza anagrafica nel Comune di Sant'Antonio Abate; i richiedenti devono essere in possesso di cittadinanza italiana, dell'Unione Europea e - se stranieri - in possesso di permesso di soggiorno alla data di pubblicazione dell'avviso pubblico. Tale contributo serve a rimborsare le spese che il nucleo familiare sostiene per prodotti farmaceutici, prodotti sanitari, parasanitari, acquisto di generi alimentari, esclusi gli alcolici; buoni acquisto libri e materiale didattico. È stato affidato alla società Warfare Company Srl il servizio di realizzazione-erogazione-monitoraggio e rendicontazione dei voucher sociali in formato cartaceo.

Thank for sharing!

Info sull'autore


Candida Parlato

Laureata in psicologia clinica alla Federico II, svolge volontariato con la Croce  Rossa ed è istruttrice di educazione alimentare e patologie non trasmissibili. E' volontaria inoltre presso l'associazione ABio che si occupa di sostenere e far divertire i bambini malati in ospedale.

Il suo motto:

Ciò che abbiamo fatto solo per noi stessi muore con noi. Ciò che abbiamo fatto per gli altri e per il mondo resta ed è immortale. (Harvey B. Mackay)