INFORMATORI TURISTICI: UN CORSO FIRMATO PRO LOCO DI CAPODIMONTE E CENTRO STORICO DI NAPOLI

Categoria: Attualita' Scritto da Elisabetta Cardone / December 13, 2018

Sei più un viaggiatore o un turista? Ti vedi più nei panni di una guida o di un informatore turistico? La differenza è molto sottile e si basa essenzialmente sulle competenze, la conoscenza del proprio territorio e l’esperienza da poter vantare nel settore.

A differenza della guida turistica, a cui viene riconosciuto un tesserino regionale dopo duri esami da sostenere, l’informatore turistico non ha in effetti bisogno di conseguire una laurea nel settore, superare esami difficili o parlare l’inglese come uno studente appena uscito dalla Oxford University.

L’informatore turistico è quella figura professionale a metà tra la guida e l’accompagnatore, tra “cittadino della propria città” e il turista amante dei viaggi; egli ha un’infarinatura generale di tutto il potenziale turistico della propria cittadina e conosce a menadito gli attrattori turistici da consigliare, sa dove poter mangiare pietanze squisite, qual è la fermata più comoda dove poter prendere un mezzo di trasposto pubblico o quanto costa il biglietto della metropolitana; promuove inoltre mostre interessanti ed eventi imperdibili, ricorda bene cosa visitare nel suo territorio e sfoggia un inglese turistico idoneo a una comunicazione facile e veloce con l’ospite straniero che passeggia per le strade con zaino in spalla, macchina fotografica a tracolla e mappa topografica tra le mani. L’informatore può rispondere alle richieste dei turisti anche all’interno di un infopoint, offrendo assistenza e accoglienza turistica locale. Il suo compito principale consiste infatti, nel fornire alle persone tutte le informazioni e gli strumenti disponibili per una completa fruizione culturale e turistica della zona in cui opera e per la soluzione di eventuali difficoltà legate al viaggio e al soggiorno.

Anche quest’anno la Pro Loco di Capodimonte e Centro Storico di Napoli, impegnata nella valorizzazione attiva e nella promozione turistica del proprio territorio, dà il via al nuovo corso per informatori turistici: s’intende, tramite una formazione che durerà 36 ore, tutti i lunedì e mercoledì pomeriggio, dal 2 Marzo all’11 Maggio, presso il Centro Studi Luca Giordano, sito in via Pessina 66, formare e rafforzare le competenze specifiche di un operatore culturale; un corso variegato e ricco di materie interessanti che vedrà quest’anno la partecipazione di personalità interessanti e professori campani, da sempre impegnati nella “lotta” della valorizzazione e della fruizione turistica della nostra bella Parthenope, come per esempio il professor Amedeo Colella, scrittore napoletano, che terrà un’appassionante lezione sui “Paraustielli di Napoletanità”, offrendo ai discenti un’appassionante panoramica sull’enogastronomia della città; o anche un tuffo nella storia, passando per Piazza Carlo III, i Borbone e il Palazzo Fuga, da sempre un patrimonio inestimabile che giace in attesa di una possente opera di rivalorizzazione; e ancora lezioni dedicate all’importanza del marketing e della comunicazione, ore dedicate alla storia dell’arte, all’archeologia, all’inglese e così via.

Dalle ore 16,00 alle ore 18,00 la Pro Loco di Capodimonte e Centro Storico di Napoli offre ai partecipanti quindi l’opportunità di seminare, di investire in se stessi, in un periodo in cui vige la crisi e la disoccupazione infatti, l’unica cosa che resta da fare è rimboccarsi le maniche per reinventarsi e rendersi conto di quanto potenziale turistico già si trova nelle radici storiche della città di Napoli.

Per tutte le informazioni sui requisiti necessari atti all’iscrizione e per le prenotazioni, è possibile consultare la pagina Facebook o anche inviare una mail corredata di CV e lettera motivazionale a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo., entro il 29 febbraio, oppure telefonare a +39 339 1970642.

Thank for sharing!

Info sull'autore


Elisabetta Cardone

Dott.ssa in Archeologia e Storia delle Arti